La cucina che non ti aspetti: Salumeria ittica e Gusta & Degusta

Appena entrato ti senti a casa. Ti sembra di sentirlo quel profumo di sugo che accompagnava i risvegli domenicali… E ti immagini mamme, nonne, zie… Intere generazioni di donne ai fornelli, quel gusto della tradizione che sa di verità. Poi, una volta seduti, Danilo dà il via alla magia. Un’esplosione di gusto, innovazione, fantasia: l’essenza dei sapori salentini rivisitati con estro e fantasia.

Danilo Romano ci racconta la strada che a soli 22 anni lo ha portato ad aprire il suo ristorante e a trasformare in realtà il suo sogno, l’ormai famosa Salumeria ittica di Puglia.

Nome: Danilo Romano

Attività: Gusta e Degusta –Ristorante con cucina mediterranea

Offishina-Salumeria ittica di Puglia(produzione e vendita all’ingrosso salumi di pesce )

Siti web: www.gustaedegusta.it e www.offishina.it

Il tuo progetto è…. Descrivilo in 3 righe: portare innovazione nella tradizione rispettando i canoni del gusto e salutistici.

In cucina l’estro non ha limiti! Per questo traggo spunto dal passato per arricchire e migliorare  le mie ricette e proiettarle nel futuro…di tutti.

Quali sono gli elementi di innovazione del tuo progetto? Le conserve alimentari sono sempre esistite, sia per necessità che per recupero della materia prima. Gli insaccati di pesce azzurro nascono dal rinvenimento del pesce, utilizzando le antiche tecniche di stagionatura applicando la moderna tecnologia.

Raccontaci qualcosa di più sulla tua specialità: La passione per la buona cucina mi ha spinto ad aprire il Gusta e Degusta a soli 22 anni… Sin dal 2002 conduco insieme alla mia famiglia questo ristorante a Matino, a 10 km da Gallipoli. I piatti più gettonati sono: Tavolozza di verdure… a km 3 (produzione propria – secondo stagionalità e reperibilità), le orecchiette al ragù di polpo e mollica di pane tostato, l’originale carbonara di mare (uova di ricci e bacon di pesce spada stagionato Offishina) e i rinomati e apprezzati salumi di pesce Offishina. E per finire il parfait alla cupeta.

Da dove nasce l’idea?  Circa 10 anni fa iniziai a sperimentare le prime tecniche di disidratazione ed essiccazione del pesce. Lo stoccare e affettare era un’idea che immaginavo quasi irraggiungibile. Dopo anni di investimento e ripetuti esperimenti ho realizzato un altro sogno nel cassetto: progetto Offishina – Salumeria ittica di Puglia, un vero e proprio salumificio ittico. Qui nascono i primi veri insaccati di pesce azzurro stagionato!

Applicando la tecnica di lavorazione del contadino, cioè macinare, insaccare e stagionare, si ottiene un prodotto dall’aspetto simile al salume di carne. La differenza sta nella ricetta di stagionatura e negli ingredienti (pesce azzurro, sale di miniera e spezie di macchia mediterranea) che ci regalano un gusto sorprendente….

Infatti il nostro motto è: Offishina, l’insaccato che non ti aspetti!

Qual era il tuo sogno nel cassetto da bambino? Creare, pasticciare e mangiare. Avevo un solo pensiero! Così subito dopo il diploma all’alberghiero di Santa Cesarea Terme ho approfittato delle agevolazioni dello Stato e realizzato il mio sogno: aprire il mio ristorante Gusta e Degusta.

Oggi qual è il tuo ruolo in azienda?  Da 15 anni sono il Patron chef del Gusta e Degusta e da 2 anni Ceo and Founder del progetto Offishina – Salumeria ittica di Puglia.

Quali sono le principali difficoltà che hai trovato nel tuo lavoro? Considerata la mia giovane età, le difficoltà sono state tante, ma ho cercato di superarle con molta determinazione e passione per il mio mestiere.

Un consiglio per chi vorrebbe investire nel Salento:  Il Salento ha un patrimonio inestimabile, non ancora del tutto scoperto; fare rete, interagire, comunicare in qualsiasi settore è la strada del successo che porta a far crescere la nostra terra. Io contribuisco come posso, racconto i miei piatti trasmettendo la passione che c’è dietro, e con i salumi di pesce Offishina il mio obiettivo è quello di portare un prodotto salentino su tutte le tavole del Mondo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *