La tavola di San Giuseppe

Quella di San Giuseppe è una festa particolare, come non se ne vedono più. Si festeggia intorno al 19 marzo ed è tipica di quelle regioni del sud ancora legate alle tradizioni che, oltre il sacro, esprimono tutta una cultura e una convivialità unica

san giuseppe 046

COME SI SVOLGE

Alcuni devoti singolarmente nelle proprie case o sottoforma di festa di paese, offrono pietanze della tradizione contadina per ringraziare il santo, che ha concesso loro un beneficio di qualche genere, o per fare un voto. E’ una festa sacra quindi si svolge alla presenza del parroco a suon di rosari e processioni. Ma il bello arriva giunti a tavola quando vengono distribuiti i ruoli dei protagonisti che impersonificheranno i santi, cioè di coloro che siederanno e mangeranno tutte le prelibatezze. Le tavolate o tavole  hanno delle dimensioni definite, prevedono dai 3 ai 13 commensali. Si inzia con San Giuseppe (con il bastone), Gesù, La Madonna e San Gioacchino, Sant’Anna, e altri. San Giuseppe che funge da padrone di casa pare che scandisca l’avvio e la fine della degustazione di ogni pietanza, con un colpo di forchetta sul piatto. Ed è simpatico vedere come i più golosi cerchino di far ritardare in “dong” al momento del dolce.

IL BANCHETTO SACRO

Il menù è composto da 9 pietanze a commensale: lampaggioni, vermicelli (un tipo di pasta fresca), maccheroni (altro tipo di pasta fresca) conditi con il miele, baccalà al sugo, ceci, cime di rapa, pesce fritto, pittule (o pettole, palline di pasta lievitata  fritte nell’olio) e fritti (gnocchetti di pasta frolla fritti nell’olio). Insieme a finocchio, arance e pane casereccio. Negli ultimi anni si è aggiumto un dolce tipico, le famose zeppole di San Giuseppe, appunto.

IL SENSO

Ce lo si chiede sempre, e non altrettante volte si ha risposta. In questo caso, invece, si. Tralasciando il sacro, questa festa rappresenta al meglio l’indole di questo popolo.  E’ una festa per accogliere amici e nemici. Le case aprono le porte a viandanti e pellegrini per offrire gustosità che raccontano il Salento, in un clima tipico di ospitalità.

DOVE

Famosa è la festa di San Giuseppe a Uggiano La Chiesa, ma molti sono i paesi tra Maglie e Otranto, a cui appartiene. Per citarne alcuni: Cocumola, Cerfignano..

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *